POrnESiA en Revista

SECONDA PUBBLICAZIONE

Pag.11 (Revista Zooque)

Advertisements

La resistenza delle parole

La resistenza delle parole

Le miglior poesie le ho scritte senza mutande.

Es el momento de…

ventana

Atrapada entres las paredes
intento mirar hacia la ventana
para capturar el momento siguente,
miro, pero sin abrir
y me conformo a tocar un aire ya conocido
así que me quedo entre este y las paredes,
aqui no llega un aire nuevo,
aqui no hay esta posibilidad.
Que lastima,

me dejé caer

en lugares que ya conozco

Perché POrnESIA?

Pornesia, un nome certamente provocatorio, vuole far parte del lato B della poesia. Tale, vuole essere un progetto artistico-letterario, che (nato se non per caso), da la possibilità a chi  si senta  eccitato, ovvero con voglia e desiderio, di scrivere una poesia. Qui, l’eccitazione diviene la valvola attraveso la quale, la poesia prende forma e significato. L’eccitazione è considerata quella forza capace di travolgere sia la mente che il corpo, di suscitare emozioni, di creare stati d’animo che non devono essere repressi o nascosti, bensì espressi attraverso il linguaggio poetico.
Si sta facendo riferimento ad un tipo di poesia  che non accetta solo volti, ma a cui piace andare a fondo.
Quindi, ECCITATEVI PRIMA DI SCRIVERE, ANDATE AL DI LA´ DELLA RIMA BACIATA… La poesia vuole eccitazione e non solo inspirazione. Le Eccitazioni vengono suscitate dalle bellezze della vita come l’amore, il sesso, o qualsiasi buon sapore, odore…ma anche da sofferenze, disagi e confusione, ció che ci rende inquieti.
Bisogna mostrare il lato B della vostra poesia, stando attenti a non trascendere nel volgare e quindi nella censura. Bisogna essere eccitati per scivere, ma allo stesso tempo educati e rispettosi della cultura !

PRIMA PUBBLICAZIONE

http://issuu.com/zoque/docs/revista_zoque_num_6_issuu?e=3555616%2F4191949

La primogenita della signora POrnESIA vi aspetta a pag. 18 della rivista.

Animales

Hermanos con distintos hermanos,

madres con distintos amantes,

hijos de distintos padres.

En este limbo de la diversidad,

todos somos iguales,

somos

hermanos  con mismo sangre,

amantes de las mismas aficiones,

hijos de una tierra única.